Web marketing: plan su misura. Le 5 domande che (forse) non ti hanno mai fatto

di
Davide Bottino

web-marketing-plan-su-misura

Hai riguardato il web marketing plan dell’anno precedente e ti rendi conto che la tua azienda potrebbe fare meglio? Vorresti realizzare un web marketing plan completo, visto che finora il budget è stato dedicato solo ad attività di marketing non pianificate? L’agenzia ti ha proposto la solita pianificazione di web marketing degli ultimi due anni e ora pensi a quella frase di Einstein: “Follia è fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi”?

Web marketing: plan

Forse è arrivato il momento di porti delle domande nuove per realizzare un web marketing plan nuovo e più efficace.
Quasi sempre la pianificazione del web marketing per un’azienda, a prescindere dalle dimensioni e dal settore in cui opera, i mercati di riferimento e dai servizi o prodotti che essa offre, si basa su concetti semplici e talvolta ovvi.

Questo non vuol dire che la strategia vada impostata a prescindere da un’analisi dettagliata di questi fattori, tutt’altro.
Il valore aggiunto sta nel definire obiettivi raggiungibili e trovare il giusto web marketing mix per ottenerli.
In questo difficile compito, un dipendente è avvantaggiato dalla conoscenza delle dinamiche interne alle aziende e dei giusti stakeholder, mentre un consulente esterno che approccia un progetto di web marketing porterà il valore aggiunto di conoscenze ampie e specifiche su tutti gli altri punti, e dovrà integrarle con un focus sull’azienda di riferimento.

In Lime5 è molto importante la fase di audit, che serve a raccogliere le informazioni classiche con domande quali:

    • Di cosa si occupa l’azienda?
      Spesso emergono side-project, esigenze latenti o altre aziende per le quali l’approccio al web marketing può dare risultati superiori alle aspettative.
    • Quali sono i principali obiettivi che intendi raggiungere con la strategia globale verso il mercato di riferimento, con un progetto integrato di marketing, con un approccio strutturato al digital ovvero su web, social, business? Sia primari che secondari.
    • Quali sono le properties online e offline? Includiamo siti, ecommerce, profili social, rete vendita, riviste/ezines, liste qualificate e altri punti di contatto con gli stakeholder, la target audience e il reach socio-demografico.
    • Valutiamo capacità e tempo disponibile del team interno che verrà allocato sul progetto per definire quale carico di lavoro va esternalizzato/preso in carico.
    • Serve realizzare l’immagine coordinata o basta conoscere quella esistente?

Se questa fosse una checklist standard, l’elenco dovrebbe essere molto più lungo e sicuramente più dettagliato.

Web marketing: plan su misura

Invece l’attenzione è tutta rivolta agli spunti interessanti a definire un web marketing plan su misura, ed emergono soprattutto quando si riesce ad approfondire il tema con il referente aziendale.

Le domande raccolte in anni di esperienza nelle aziende di settori molto diversi tra loro dovrebbero portare ogni interlocutore a riflettere in maniera più ampia su ogni progetto.

Quali di queste non ti sono mai state poste?

  1. Quali sono gli altri dipartimenti che è importante coinvolgere sin dall’inizio nel progetto?
    Solitamente i progetti nascono dal Marketing e/o dal Sales e hanno impatto sulla ICT.
    Ho sempre ottenuto grossi benefici e spunti interessanti da tutti gli altri settori, in primis  Risorse Umane, Finance & Legal e dalla rete vendita, nonchè dal talvolta temuto CEO e Board relativo.
  2. Sei interessato alla formazione di risorse interne per acquisire know-how e abbassare/internalizzare alcuni costi?
    Il referente aziendale spesso resta spiazzato e si chiede come mai stia rinunciando a parte del budget in suo favore: un progetto “in vitro” diventa anche un’occasione di crescita interna, si lavora meglio con referenti qualificati e un’azienda soddisfatta resta cliente.
  3. Credits: fai tenere già traccia di tutte le persone che hanno partecipato ai progetti per citarle e ringraziarle? Noi lo faremo.
    Una persona dimentica quello che viene detto, dimentica addirittura cosa viene fatto, ma non dimentica mai come l’hai fatta sentire.
  4. Il tuo team ha mai condotto delle mini-interviste con le figure coinvolte in un progetto sia prima che durante lo svolgimento del progetto, e non solo alla fine o dopo mesi dal lancio?
    Uniremo i puntini per intervenire in corso d’opera, quando si può ancora fare la differenza con il minimo sforzo.
  5. Infine ecco la domanda che ti avranno posto decine di volte, e tu non hai mai risposto:
    Qual è il budget allocato al progetto?
    I motivi di diniego più comuni sono:
    – la paura di non avere poi margini di negoziazioni per ottenere il tanto agognato e italianissimo sconto
    – il timore che così scuciranno fino all’ultimo centesimo del budget aziendale
    – la mancanza di indicazioni precise “dall’alto”
    Ci sono tante informazioni correlate per fissare questo punto e definire la dimensione del progetto, la complessità, quantità ed effort da allocare:
    – indicazioni di un range di budget su cui preparare due proposte
    – qual è un costo-contatto/contratto accettabile
    – è possibile ripartire il budget anche sugli altri dipartimenti coinvolti in quanto beneficeranno dei risultati ottenuti

 

Prova ad inviarci una domanda!

Pubblicheremo quelle più interessanti e bizzarre, se richiesto anche in forma anonima, nel prossimo numero.
Se vuoi farci realizzare un web marketing plan innovativo ed efficace per la tua azienda mandaci una richiesta e ti ricontatteremo a breve, senza impegno.

Leave a Reply

Connect with Facebook